[NOCOPY]- HO PAURA DI NON RIUSCIRE A CONTENERE LE LACRIME

Mia cara sposa,

Hai un carattere particolarmente emotivo e ogni qualvolta pensi al tuo matrimonio inizi ad emozionarti?

Scopri come evitare un lungo pianto (anche se di gioia) al tuo matrimonio. 

Buon pomeriggio mia cara sposa e lettrice!

Eccomi di nuovo alla cura della mia rubrica “Nocopy” dedicata alle ansie e alle paure delle spose.

Dopo un po’ di pausa dovuta sia agli eventi che in queste settimane iniziano ad occupare le mie giornate, sia un po’ agli aggiornamenti sul blog degli ultimi events & party, ricomincia la mia rubrica preferita.

La maggior parte dei blog di settore che visito, infatti, non fanno altro che parlare di ispirazioni e real wedding…rubriche che adoro, ma il matrimonio non è solo questo.

Sai perché ho creato questa rubrica online? beh, perché dopo tanti anni di esperienza in questo settore, ho notato che la maggior parte delle spose, più che dalle foto e le inspirations, sono accomunate da un unico fattore: L’ansia e la preoccupazione 😅.

Si sa, anche la sposa più calma del mondo quando si tratta del suo matrimonio, viene improvvisamente assalita da qualche piccola preoccupazione! D’altronde è uno dei giorni più belli della vita e che si sogna sin da bambine!

Mi piace, quindi, poter raccontare a te sposa, le mie precedenti esperienze e le storie delle mie spose in preda all’ansia e farti presente che, anche se lo credi, non sei l’unica e soprattutto la prima ed ultima sposa ad essere agitata e/o preoccupata.

Credo anche che, darti dei piccoli suggerimenti riguardo come ho aiutato le mie spose precedenti a superare quella paura o a gestire quell’ansia, possano essere d’aiuto ad una sposa che, magari come te, è agitata per una questione in particolare.

Ultimamente, ad esempio, c’è stata la mia sposa Adelaide che, nei nostri incontri settimanali, mi ha raccontato di avere (tra le tante altre 🤣) PAURA di INIZIARE A PIANGERE dalla gioia e dall’emozione all’ingresso in chiesa, e di NON RIUSCIRE più a SMETTERLA!

Adelaide è una giovane ragazza e sposa dal carattere dolce e tranquillo oltre ad essere molto emotiva.

Si emoziona alla vista di cani o gatti abbandonati, ai bambini e alle scene d’amore in generale. Mi ha infatti più volte raccontato di piangere per qualsiasi film, anche comico, se contenente una scena d’amore particolarmente romantica.

Essendosi emozionata, finendo per piangere a dirotto, non solo per il matrimonio della sorella ma anche di alcune sue amiche, la paura di Adelaide era quella, nel giorno del suo matrimonio, di iniziare a piangere dall’emozione e di non riuscire più a contenere le lacrime.

Ciò che mi è venuto subito da consigliarle, visto che quasi era in panico, sono i due metodi scientifici che aiutano a “trattenere” le lacrime. Sono dei metodi di cui, il mio team di psicologi, mi ha più volte parlato e che dovresti seguire anche tu se, come Adelaide, sei davvero molto preoccupata di non riuscire a trattenere le tue lacrime:

  • IL METODO FISICO. Consiste nel convogliare i pensieri che provocano un pianto, in una direzione diversa, attraverso la stimolazione fisica. Ad esempio, nel caso in cui ti trovi nella condizione dove le lacrime stanno per invadere il tuo viso, attraverso l’auto provocazione di un piccolo dolore (pizzicotto o un leggero graffio), si va a distogliere l’attenzione della tua mente dalla sensazione che ti stava conducendo verso il pianto, perché quest’ultima viene direzionata verso la stimolazione fisica che ti sei provocata. Oppure, un altro metodo che rientra in questa categoria, è quello della respirazione. Infatti, la respirazione, fatta in un determinato modo, aiuta a calmare e a tranquillizzarci.
  • IL METODO PSICOLOGICO. E’ incentrato sempre sullo spostamento del pensiero dall’evento spiacevole che vi desta una sensazione tale da provocarvi il pianto; lo slittamento del pensiero, in questo caso, non avviene per una distrazione di tipo fisica, ma di tipo mentale. Infatti si può concentrare la vostra specifica attenzione su qualcosa di completamente diverso. Quindi, se per esempio tutto ciò capita al tuo matrimonio e dall’emozione vi viene da piangere, cerca di distrarti, magari puntando la tua attenzione sull’abito del tuo futuro marito o sul tuo bouquet, sul fotografo. L’obiettivo finale che devi raggiungere sarà quello di costringere la mente ad allontanarsi dall’evento che ti sta causando il pianto.

Altre interessanti ed estremamente utili tecniche per trattenere efficacemente le tua lacrime, inoltre, consistono nel: NON sbattere le palpebre in continuazione; guardare sempre verso l’alto con gli occhi; oppure pensare ad un evento passato a cui tieni particolarmente e che è stato per te un momento molto piacevole e spensierato, in tal modo si può arrivare ad alterare, anche minimamente, lo stato d’animo percepito.

Tuttavia, ciò che mi sono sentito di dire alla mia cara sposina e anche te che magari stai leggendo questo post, è che il pianto non risulta essere né un evento dal quale dover assolutamente fuggire, né qualcosa di cui doversi necessariamente vergognare e/o preoccupare perché magari si rovina il look anzi, piangere è un po’ come far fuoriuscire le emozioni incanalate per molto tempo. Il mio suggerimento è di smettere di pensare di rovinare il tuo bellissimo look e make up appena realizzato e di lasciarti andare.

Questo è il tuo grande giorno, il giorno in cui sarai sommerse da emozioni e sensazioni bellissime e significative, quindi dai sfogo alla tua emotività e non te ne pentirai.

Inoltre, qui il bridal make up corre in tuo favore! Tanti sono i prodotti di make up waterproof che aiutano a mantenere il look intatto nonostante le lacrime! Scopri qui quali sono i migliori prodotti per il make up secondo Romedia Studio cliccando qui

Spero tu abbia trovato interessante l’articolo e che la pensi come me.

W l’emozione! L’amore è emozione! 

Se hai un suggerimento da dare alle altre lettrici di questo articolo e/o ti piacerebbe raccontare la tua emotional experience, lascia un commento qui in basso! Saremo tutti felicissimi di leggerlo!

A presto! Continua a seguirmi…

Ciaoooo 😎

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *