LETTERA D’AMORE ALLE MIE SPOSE 2020

La vita ci mette sempre a dura prova con le sue sfide, i suoi rimpianti, i suoi dolori, così come la montagna russa ci porta in un istante a sfiorare le nuvole per poi farci cadere in basso…nel vuoto, impotenti.

Nonostante ciò, nonostante i momenti difficili, le ansie, i dispiaceri, la vita ci da sempre e sottolineo sempre, l’opportunità di rialzarci e ricominciare.

Andrà tutto bene. Forse non oggi. Probabilmente non ancora domani. Ma poi, alla fine, andrà tutto bene e se non andrà bene, non sarà la fine.

Care spose,

Insonni sono le mie notti perché è a voi che penso, continuamente ed intensamente.

Ho letto una citazione oggi, recitava: “Una volta che sostituisci i pensieri negativi con quelli positivi, inizierai ad avere risultati positivi.”

Ciò che stiamo attraversando è un periodo di dolore e smarrimento per tutti noi, un momento storico che stiamo percorrendo senza vivere realmente.
In questo scorrere inesorabile e surreale del tempo, in questo lockdown mondiale dove tutto sembra aver preso una piega negativa beh… siete voi il mio pensiero positivo.

Lo so, sembrerò sdolcinato, ma è così.
Amo il mio lavoro, amo realizzare i vostri sogni, superare le vostre aspettative e farvi emozionare ed emozionarmi io con voi.
Perciò sì…siete voi il mio pensiero positivo.

E se è anche solo minimamente veritiera quella citazione (ed io ci credo perché penso realmente che una “fortis imaginatio generat casum”), spero che avremo e avrete presto tutte voi, il vostro risultato positivo: la vostra favola d’amore.

Sono stato anch’io sposo sapete e, proprio come voi, ho sognato e desiderato l’arrivo di quel giorno, vivendo ed assaporando con trepidazione ed euforia ogni momento che mi avrebbe condotto al giorno del mio matrimonio.

Io mi sono sposato in una bellissima e caldissima giornata di luglio.

Ricordo perfettamente il countdown dei mesi, dei giorni e le ore che mancavano a quell’istante in cui avrei visto la mia compagna di vita camminare lentamente verso di me per poterle dire, finalmente, “Sì, lo voglio…per sempre”.
E così è stato, circondato dai miei amici più fedeli e la mia cara famiglia.

Sono stati momenti indimenticabili ed adrenalinici.
Che sono sicuro dovrete e vivrete anche voi. Pronuncerete anche voi il vostro “Sì, per sempre”

Quei mesi di attesa e progettazione sono stati un turbinio di emozioni: Ansia, gioia, stress, felicità, euforia…
Era come se fossi su di una montagna russa, andando su e giù tra le mie emozioni.

Nonostante l’uragano di sensazioni dentro di me, nessuna di quelle ha mai prevaricato. Era uno strano ed instabile equilibrio. Un equo e straordinario susseguirsi di suggestioni.

Ma voi lo saprete bene…avrete vissuto anche voi questi momenti, ne sono certo.

Vi immagino di essere salite, proprio come me tanti anni fa, su quella montagna russa annunciatrice e veicolo di vita nuova e, di aver fatto su e giù tra le vostre emozioni.
Tutto stava andando per il meglio, era tutto perfetto, adrenalinico…come avrebbe dovuto essere, fino a quando la giostra si è dovuta arrestare, inaspettatamente e improvvisamente.
Ora quell’equilibrio emotivo si è rotto.

Posso solo immaginare come voi vi sentiate ora su quella giostra: impaurite, impotente, smarrite. Senza sapere cosa dover o poter fare.

Ecco, è proprio ora che magari state rimpiangendo il motivo di essere salite sopra quella giostra che improvvisamente vi ha lasciato in balia del vuoto che dovete, invece, riscoprire e ritrovare il motivo per cui ci siete salite sù con tutto il coraggio e l’amore che era in voi.
Dovete ritrovare il vostro pensiero positivo e non abbandonarlo.

Vedete, la montagna russa è un po’ la metafora della vita.
La vita ci mette sempre a dura prova con le sue sfide, i suoi rimpianti, i suoi dolori, così come la montagna russa ci porta in un istante a sfiorare le nuvole per poi farci cadere in basso…nel vuoto, impotenti.
Nonostante ciò, nonostante i momenti difficili, le ansie, i dispiaceri, la vita come la montagna russa, ci da sempre e sottolineo sempre, l’opportunità di rialzarci e ricominciare.

So a cosa starete pensando in questo periodo: “Perché sta capitando proprio ora?” ; “Perché proprio a me?”; “Perché sta accadendo questo al mio sogno d’amore?”

Purtroppo non so dirvi perché è accaduto e perché proprio adesso, proprio quando eravate così vicine a realizzare il Vostro sogno però, penso che gli imprevisti siano delle opportunità misteriose che la vita ci offre.

La vita è come un’equazione di matematica: per ottenere il massimo, devi saper convertire il negativo in positivo e forse è proprio questo ciò che bisogna fare.

A volte le strade più panoramiche della vita sono le deviazioni che non si aveva intenzione di prendere. Perciò non disperare, io sono sicuro che questa deviazione renderà tutto più magico.
Torneremo presto a festeggiare, a prenderci per mano e baciarci.
Realizzerai il tuo sogno d’amore, indosserai quel meraviglioso abito bianco e danzerai sotto un cielo colmo di stelle.

Voglio riportarti un passo del libro “Va’ dove ti porta il cuore di Susanna Tammaro:

“Ogni volta che ti sentirai smarrita, confusa, pensa agli alberi, ricordati del loro modo di crescere. Ricordati che un albero con molta chioma e poche radici viene sradicato al primo colpo di vento, mentre in un albero con molte radici e poca chioma la linfa scorre a stento. Radici e chioma devono crescere in egual misura, devi stare nelle cose e starci sopra, solo così potrai offrire ombra e riparo, solo così alla stagione giusta potrai coprirti di fiori e frutti”

Forse avevamo bisogno tutti noi di essere un po’ alberi, riscoprire ed annaffiare le nostre radici. Fermarci per un po’, ricaricarci per poi rinascere con nuova linfa, nuovi sogni, nuove speranze.

Ecco, care spose, siate alberi che continuano a  crescere, a sognare e a sperare, adesso, per coprirvi di fiori e frutti nella vostra stagione.
Arriverà…. la felicità e la serenità.

Voi siete il mio pensiero positivo ma è ora che siate anche voi il vostro sogno positivo.

Andrà tutto bene. Forse non oggi. Probabilmente non ancora domani. Ma poi, alla fine, andrà tutto bene e se non andrà bene, non sarà la fine.

Se ti è piaciuto questo articolo lasciami un commento! Mi farai davvero felice!

8 commenti
  1. Aurora
    Aurora dice:

    Hai capito benissimo le emozioni che si privano… Hai colpito nel segno… Il senso di impotenza che si ha è devastante.. L’aspettare é snervante e la speranza è l’unica cosa a cui ci si possa attaccare… Grazie per le tue parole…
    Aurora (forse sposa di luglio 2020)

    Rispondi
    • editor
      editor dice:

      Grazie a te Aurora per aver letto <3
      Vi sono vicino! Ma non smettiamo di sperare. Magari non sarà il giorno che avevate stabilito, ma sarà ancora più bello e l'amore sarà sempre uguale!

      Rispondi
  2. Cinzia Mazzoni
    Cinzia Mazzoni dice:

    Grazie di cuore le tue parole hanno confortato la mia giornata colma di pensieri in quanto sposa del 2020 forse🙏

    Rispondi
  3. Paola
    Paola dice:

    Grazie. Grazie per questo pensiero. È vero sono domande che mi faccio in continuazione : Xke a me, Xke proprio ora che ero vicina. Dp 13 anni di fidanzamento e con tanta fatica ed era veramente convinto anche il mio ragazzo, arriva la bufera. Ho sognato quel gg da qnd ero bambina. ho sognato quel gg anche qnd lui nn era convinto. Ho sognato quel gg qnd ho aspettato con ansia la proposta. Ed ora che era stato studiato da noi nei minimi particolari tutto si blocca. Dovremmo essere sposi di settembre 2020 ma quel gg lo vogliamo come l’abbiamo sognato quindi se nn sarà quest’anno, sarà il prossimo.

    Rispondi
    • editor
      editor dice:

      Bravissima Paola!
      Non sarà lo stesso giorno che avevate pensato, magari nemmeno lo stesso anno ma sarà uguale e ancora più bello!
      Forza e coraggio! Non bisogna mai smettere di sognare e sperare!

      Rispondi
  4. Regina Barbato
    Regina Barbato dice:

    Mia sorella avrebbe dovuto sposarsi a maggio… Grazie per queste parole, che anche solo per un momento hanno fatto riaccendere un po’ di speranza… Ognuno di noi in un modo o nell’altro sta smettendo di sognare, e ne abbiamo ancora bisogno…. Soprattutto ora!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *