IL SEGRETO DEL SUCCESSO DEL TUO MATRIMONIO E’ LA TUA ATTITUDINE, SE PRIMA NON LA DISTRUGGI CON LE TUE STESSE MANI!

Sono sempre più convinto che ciò che conta davvero nel settore della moda come in qualsiasi altro è FARE LA DIFFERENZA. E sai come si fa? Esprimendo totalmente il proprio essere, la propria idea differenziante, quella cosa talmente tua, talmente caratteristica, che ti distingue da chiunque altro.

Questo vale anche quando si progetta ed organizza un matrimonio! 

Scopri perché leggendo il post!

Siamo nel pieno della Milano Fashion Week, la settimana (corta) della moda meneghina dedicata alle collezioni Autunno-Inverno 2019/20.

Ogni anno, da circa 3 anni, lascio la mia bella e soleggiata Napoli per qualche giorno per atterrare nella capitale italiana della moda.

Come ti accennavo nel mio precedente post (che se vuoi puoi leggere cliccando qui), io amo molto la moda. Penso che sia il nostro modo di esprimerci ed essere noi stessi in questo mondo.

Credo sia la chiara ed evidente espressione del nostro essere, del nostro mood interiore.

Forse sto parlando troppo da “Stylist” ma credo davvero che sia così! Ognuno di noi ha una propria personalità: chi è più originale, chi esteta, chi tradizionale e questo si riflette in quello che è il nostro abbigliamento.

Io, ad esempio, ho un carattere esuberante, mi ritengo anche un uomo particolarmente originale ed eccentrico e ti posso assicurare che il mio abbigliamento rispecchia esattamente il mio modo d’essere.

Con mio sommo ed immenso dispiacere, quest’anno non sono riuscito ad essere presente alla MFW ma di certo non posso non seguirla.

E sai perché? Perché per il mio lavoro io prendo ispirazione da tutto ciò che è arte! E la moda è arte.

Ti svelo un segreto, forse il settore dal quale prendo meno ispirazione è proprio quello degli eventi e dei matrimoni!

Ritornando alla MFW, sono sicuro che tu che mi stai leggendo sei una ragazza o una donna particolarmente attenta, originale e di gran stile quindi sarai indubbiamente aggiornata sulle varie catwalks di questi giorni.

Ti dirò, quella che maggiormente fin ora, mi ha colpito, è stata quella di Gucci! Se te la sei persa ti consiglio di andare a scovare video su instagram e foto dai vari social.

L’invito allo show pensato da Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, prometteva già bene: era una maschera in cartapesta raffigurante un ermafrodito, di ispirazione ellenica. Anche in passerella ci sono state maschere, ma inespressive. Metafore di quelle che decidiamo di indossare quando scegliamo di essere attori sul palcoscenico della vita (ovvero, quando individuiamo l’autenticità del ruolo che sentiamo di volere interpretare per tutta l’esistenza, o per un solo frammento di essa).

Ad enfatizzare un senso di vago disagio, la scenografia spettacolare sulla quale si è appollaiato il numeroso pubblico: una sorta di collina di specchio, sospesa nelle vertigine infinita di soffitto e pavimento, entrambi riflettenti. E le luci, intermittenti e violentissime.

Sai perché mi è piaciuta questa sfilata? Perché è stata differente e ho colto la vera vena di innocente perversione gotica e dark del direttore creativo e quindi anche della casa di moda (Pensa alla clip delle borse con i due serpenti)! Ho percepito la sua essenza ed unicità.

Sono sempre più convinto che ciò che conta davvero nel settore della moda come in qualsiasi altro è FARE LA DIFFERENZA. E sai come si fa? Esprimendo totalmente il proprio essere, la propria idea differenziante, quella cosa talmente tua, talmente caratteristica, che ti distingue da chiunque altro.

Insomma, pensa a Chanel, Versace, Dolce & Gabbana, perché secondo te hanno fatto la differenza nel loro campo? Perché sono stati innovatori, sono stati unici. Hanno espresso loro stessi, il loro stile andando contro chiunque e fregandosene di quello che i tabloid o gli haters, negli anni, hanno criticato.

E ti faccio un’ulteriore domanda: Tu sapresti scegliere tra una di queste case di moda? Ne avrai sicuramente una preferita perché ti rispecchia maggiormente. Chanel ha più uno stile classico ed elegante, Versace è più originale, provocativo ed opulento.

Questo è ciò che ti porta a preferire una casa di moda piuttosto che un’altra. (Anche se un pezzo esclusivo di ciascuna di quest boutique non penso che lo rifiuteresti 😛 )

Loro non hanno mai nascosto il proprio essere “stravaganti”, non hanno mai cercato di “assomigliare” o “copiare” qualcun’altro. No, si sono affidati alla loro unicità non facendo altro che darle libero sfogo, di lasciare che la loro idea differenziante parlasse di e per loro.

Questo è stato il loro successo. Oltre, naturalmente, alla loro bravura, creatività e visione avanguardista.

Ma ora ti starai chiedendo – “Perché mi stai facendo tutta questa pippa con la MFW? Che cavolo c’entra con il mio matrimonio? Pensavo fossi sul blog di Andrea Riccio, l’allestitore e wedding mentor, non certo di Miranda Priestley”

E’ qui che ti sbagli cara mia, perché tutto questo c’entra eccome con il TUO MATRIMONIO, più di quanto tu non possa immaginare.

Scopri perché!

Non mi piace fare questo tipo di discorsi ma noi stiamo vivendo in un periodo in cui non si fa altro che “copiare”, “imitare”.

Pensiamo all’abbigliamento: vogliamo indossare tutti le stesse scarpe, le stesse maglie, gli stessi accessori perché “ce l’hanno tutti”. Lo stesso vale per il lavoro, tutti adesso vogliono diventare influencer come Chiara Ferragni.

Non si fa altro che cercare di imitare. Di fare le stesse ed identiche cose di qualcun’altro pur di dire “Beh l’ho fatto anch’io” o ancora “L’ho fatto anch’io, ma meglio”.

Sbaglio o è così?!

E quest’attitudine si sta sviluppando in ogni settore, soprattutto in quelli creativi. E ci influenza, tutti. Anche tu che stai organizzando il tuo ne sei influenzata ma non te ne rendi conto.

Ti stai chiedendo come potresti esserlo se stai semplicemente cercando di pianificare il tuo giorno più bello?!

Facile, perché stai modificando (se non distruggendo) la tua idea di matrimonio per quello che ti “consigliano” gli amici ed i parenti, i “presunti professionisti del matrimonio” o, se non peggio, quello che ti “suggeriscono” i social.

“La mia amica ha scelto questo allestimento per il matrimonio. Io volevo fare una cosa più semplice ma non voglio, adesso, che il mio matrimonio risulti mediocre rispetto al suo” ; “Quest’anno è di gran tendenza il colore oro. A me piace l’argento ma non è che se poi l’utilizzo l’intero matrimonio possa risultare vecchio stile?” 

Immagino che siano solo due delle domande che ogni giorno, preoccupata, ti poni quando pensi al tuo matrimonio!

Ed io mi domando perché?

Perché, se sei d’accordo con me che ogni casa di moda importante al mondo ha fatto della sua particolarità, della sua idea differenziate, del suo stile personale, il suo successo, questo non dovrebbe essere uguale anche per il tuo matrimonio?

Perché vorresti che il tuo matrimonio fosse identico a quello di un’americana che ne ha pubblicato le foto su instagram o, piuttosto, vorresti scegliere uno stile più eccentrico per fare “meglio della tua amica/parente” se poi non è uno stile che ti rispecchia?!

Dov’è la tua idea caratterizzante? Dov’è il tuo stile, la tua attitudine?!

Sarò sincero con te, se è in questo modo che stai cercando di organizzare e pianificare il tuo matrimonio, stai sicura che sarà un disastro. Potrai chiamare i migliori professionisti del mondo, potrai spendere una marea di soldi, potrai personalizzare “in stile” qualsiasi cosa tu vorrai ma sarà comunque un disastro e sai perché? Perché non ti rispecchierà per niente.

E per questo, non farai altro che essere ancora più agitata e stressata del previsto perché quel giorno, quel momento in cui vedrai il bouquet dei tuoi sogni e l’allestimento da favola che avevi sognato, non riuscirai mai ad immaginarlo perché non ti appartiene, non lo sentirai mai completamente tuo e questo sarà la fonte principale delle tue preoccupazioni ed insicurezze.

Voglio darti due consigli:

  • Se sei continuamente alla ricerca disperata di foto su “Pinterest” che possano ispirarti, abbandonalo. Hai fatto bene a consultarlo fin’ora perché sei riuscita a farti un’idea di quanto lavoro e studio c’è dietro ad wedding project e quanto sono importanti tutti i più piccoli dettagli che anche il tuo matrimonio deve avere per essere un vero successo.
  • Se stai seguendo allestitori o altri operatori del settore che non fanno altro che parlarti di tutti gli ultimi trend, degli stili di tendenza, di quanto potresti risultare all’ultimo grido (forse in tutti i sensi) realizzando un matrimonio nello stile di tendenza, SCAPPA!

Ma davvero, non sto scherzando! E tu vorresti davvero dare i tuoi soldi a chi vorrà venderti semplicemente un matrimonio COPIATO da Pinterest o da qualche VERO PROFESSIONISTA? Chi ti parla di queste cose, chi non fa altro che venderti un “progetto” secondo quelle che sono solo le sue idee (che vengono comunque fuori da una saggia selezione di foto su Pinterest e una semplice chiacchierata con te di 1 ora), vuole solo accrescere se stesso e guadagnare, non  cerca davvero di capire cosa tu desideri!

Naturalmente tu adesso sei libera di pensare che io ti stia dicendo queste cose perché mi ritengo il migliore o altre cose così. Ma non posso farci nulla, potrò risultare antipatico, egocentrico, polemico, qualsiasi cosa tu voglia ma io queste cose mi sento in dovere di dirtele. Non ci guadagno nulla dicendoti queste cose ma mi sento in dovere di farlo perché mi fa rabbia e tristezza pensare a quanti finti professionisti ci sono in questo settore che non fanno altro che usare termini a sproposito, rubare foto e lavori di altri, e far leva sulle tue paure e preoccupazioni, pur di venderti un loro servizio.

Non smetterò mai di dirlo ma un matrimonio, a differenza di quello che il 70% di chi opera in questo settore ti fa credere, per essere veramente unico, originale e suscitare un’emozione, deve rispecchiare lo stile e la personalità della coppia.

PER ESSERE VERAMENTE ORIGINALE ED UN GRANDE SUCCESSO, come per le case di moda, anche IL TUO MATRIMONIO DEVE RISPECCHIARE IL TUO STILE E LA TUA PERSONALITA’.

Diffida da Pinterest o dagli organizzatori di eventi e matrimoni “part-time” o a “prestazione occasionale”.

Proprio come ha fatto Annarita.

Annarita è una mia sposa del 2017 che dopo aver consultato diversi operatori del settore del territorio italiano, ha bussato alla porta d’ufficio della mia Factory.

Annarita aveva un solo desiderio: Trasformare la location di sua proprietà e del suo cuore (praticamente è cresciuta lì sin da piccola) nel luogo dei sogni in cui avrebbe celebrato e festeggiato il suo matrimonio.

Annarita, come dicevo, ne ha girati di operatori ed allestitori, ma nessuno di loro gli proponeva un progetto ed uno stile giusto per lei. Non a caso si limitavano semplicemente nel capire quali fossero gli stili e gli allestimenti di tendenza dell’anno e di proporglieli come progetto del matrimonio.

Ignorando del tutto i sogni, i desideri e  l’atmosfera che invece sognava Annarita.

Questo fin quando non è stata nella mia Factory.

Durante il nostro incontro, infatti, le spiegai del mio metodo EVENTRIX; un metodo TESTATO E INFALLIBILE, che si basa sull’ individuazione scientifica dello stile dell’allestimento del matrimonio adatto alla sposa, grazie allo studio della sua personalità.

Inoltre, si tranquillizzò quando capii che ogni allestimento da me pensato e realizzato sarebbe stato diverso sia da quello che propone il mercato (perché indubbiamente saranno cose che vedremo e rivedremo a tutti i matrimoni), sia naturalmente da quello delle altre spose. UN ALLESTIMENTO NON PUO’ ESSERE UNA FOTOCOPIA. Ogni volta nuovo, ogni volta originale, ogni volta INEDITO, ogni volta PERSONALIZZATO!

In più, L’ALLESTIMENTO NON LE SAREBBE STATO SCONOSCIUTO fino al giorno del matrimonio. Infatti, oltre a vedere i bozzetti grafici e realizzati a mano dell’allestimento, nel Wedding Lab (il laboratorio creativo di 1000mq della mia azienda), con il mio team al femminile, avremmo realizzato per lei (come per tutte le nostre spose) 50 GIORNI PRIMA DEL MATRIMONIO un set con l’allestimento IN STILE dell’evento dal momento dell’aperitivo al taglio torta.

Grazie al metodo, Annarita è riuscita ad avere il matrimonio dei sogni che aveva sempre immaginato.

Ed io sono stato ancora una volta contento di aver “salvato” una sposa dall’avere un matrimonio standard, uguale a qualsiasi altro e che non l’avrebbe soddisfatta né rispecchiata!

Anche tu non sai quale stile sarebbe perfetto per il tuo matrimonio? Hai paura di regalare i soldi ad un allestitore o un operatore del settore che non ti ascolterà ma realizzerà il TUO matrimonio secondo ciò che per lui è più bello e di tendenza?!

Clicca sul bottone qui giù e scopri cosa ho riservato per te!

Spero che l’articolo ti sia piaciuto!

A presto! Ciaoooo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *