I FONDAMENTALI 4 CONSIGLI DA SEGUIRE SE NON VUOI COMMETTERE ERRORI MADORNALI AL PRIMO INCONTRO CON LA TUA COPPIA DI SPOSI

Nell’articolo scorso ti ho parlato delle 4 trappole che, un operatore del settore non professionista, volutamente commette al primo incontro con gli sposi.

Il problema è che spesso questi errori/trappole vengono commessi anche da chi si professa sul web il più grande professionista del settore. E lo fa:  vuoi perché non si è mai formato abbastanza o aggiornato sul come trattare un cliente, dal momento che il settore dei matrimoni e degli eventi è cambiato radicalmente in pochissimo tempo, o perché tende di proposito queste trappole agli sposi.

Cosa deve fare, quindi. un operatore del settore per non commettere errori madornali al primo incontro con gli sposi?
Scoprilo continuando a leggere il post!

Nell’articolo scorso ti ho parlato delle 4 trappole che, un operatore del settore non professionista, volutamente commette al primo incontro con gli sposi. Se ti sei perso l’articolo puoi cliccare qui e leggerlo!

Sono 4 trappole insidiose nelle quali spesso, una povera coppia di sposi ignara della disonestà e della corruzione che popola il settore wedding and events, incombe quando inizia a progettare e a organizzare il proprio matrimonio.

Sai perché ciò accade?

Come spiegavo nell’articolo precedente, quando le coppie di sposi iniziano l’iter organizzativo, hanno un atteggiamento di grande apertura e disponibilità  nei confronti del loro matrimonio e dei fornitori che ruotano attorno al loro grande giorno. Il loro è uno stato d’animo positivo e propositivo che condividono con il monto intero. Tale stato d’animo, però, genera in modo inconsapevole il completo abbassamento delle loro difese. In pratica spesso offusca gli occhi e la mente e può capitare, in un momento di euforia ed entusiasmo, di prendere decisioni affrettate che possono poi rivelarsi (nel 90% dei casi) devastanti.

D’altronde quante volte, presi dall’euforia e dall’entusiasmo, abbiamo preso noi stessi delle decisioni delle quali, poi, ci siamo pentiti o abbiamo analizzato come sbagliate?!

Nella vita può capitare di fare scelte errate ma, naturalmente, è meglio se quando si parla di matrimonio certi errori e sbagli non vengano fatti a prescindere!

Con questo non voglio assolutamente dirti o consigliarti  di non essere felice per il tuo imminente matrimonio o di non condividerlo con chi ti circonda, anzi, DEVI FARLO, è un momento felice della tua vita che devi condividere con chi più desideri ma, voglio metterti in guardia ed avvisarti che, in questa situazione, il rischio di cadere vittime di inganni e tranelli è davvero elevato e avere disprezzo dei pericoli non è saggio quando si tratta del tuo sogno d’amore.

Ti dico questo perché oggi l’inganno è dietro l’angolo. Le trappole e le truffe sono all’ordine del giorno. Si nascondono ovunque, anche nella persona all’apparenza più innocua del mondo. Quella alla quale daresti tutta la tua fiducia.

Abbiamo visto, infatti, di come le 4 trappole in cui è possibile incombere sono veramente banali e spesso capitano proprio dinanzi agli occhi degli sposi, senza che questi se ne accorgano.

In men che non si dicano sono già ingrovigliati nella stretta e spessa rete di inganni, tranelli e sotterfugi del non professionista di turno.

Ma come fare quindi per evitare queste trappole?

Sembrerà banale, scontato e assurdo quello che ti sto per dire ma è la pura verità: RIVOLGENDOSI AD UN VERO PROFESSIONISTA

“Ecco, problema risolto”- starai pensando- “basta semplicemente rivolgersi ad un professionista”.

Mi dispiace fare il solito disfattista, ma purtroppo la realtà è più complicata di così.

Sarebbe troppo bello se rivolgendosi ad un qualsiasi professionista il problema non si presenterebbe. (Tra l’altro senza sapere con certezza se la persona alla quale ci si rivolge è un vero professionista perché purtroppo in questo settore il concetto di professionista è abusato e non c’è nulla di tecnico o specifico che attesti la vera professionalità di un operatore)

Eh già, il problema principale è che spesso questi errori/trappole vengono commessi anche da chi si professa sul web  il più grande professionista del settore. E lo fa, vuoi perché non si è mai formato abbastanza o aggiornato sul come trattare un cliente, dal momento che il settore dei matrimoni e degli eventi è cambiato radicalmente in pochissimo tempo, o perché tende di proposito queste trappole agli sposi.

Cosa deve fare, quindi. un operatore del settore per non commettere errori madornali al primo incontro con gli sposi?

Scoprilo continuando a leggere il post!

Ecco quali sono i miei 4 consigli per evitare errori madornali con i tuoi sposi al primo appuntamento:

  1. VIVA LA SINCERITA’ – Purtroppo è consuetudine dell’operatore del settore non professionista sottovalutare o prendere sotto gamba il primo appuntamento con gli sposi o i propri clienti. Sai perché questo accade? Perché purtroppo non si sa la persona che si ha di fronte chi sia e quali sono le sue reali idee ed aspirazioni riguardo il giorno più bello e, soprattutto,  il budget che vuole destinare al proprio matrimonio. Probabilmente potrà essere un matrimonio super dettagliato con un bel budget a disposizione che ti permetterà di organizzare un matrimonio da sogno come, piuttosto, un semplice coordinamento o matrimonio standard da organizzare. Al primo incontro, nel 76% dei casi (dati statistici alla mano) tutte queste cose sono oscure all’operatore del settore in quale, volutamente, dedica poco tempo alla sposa o alla coppia che ha di fronte. (Se vuoi approfondire di più questo aspetto e capire in che modo targettizzare la tua clientela così da conoscere già le reali esigenze e budget dei client che busseranno alla tua porta, chiama allo: 0810584802 e chiedi una mia consulenza). La prima trappola in cui spesso incombono le coppie di sposi  è proprio la non sincerità e la superficialità che, un operatore del settore medio ha durante il primo incontro spesso fuggitivo con gli sposi. Un esempio lampante sono le location dirette e coordinate da non professionisti del settore che, durante il primo incontro, pur di accaparrarsi il cliente, lo mentono spudoratamente su degli aspetti fondamentali. Uno di questi aspetti è proprio il catering. Mi è capitato spesse volte di seguire coppie di sposi che avevano scelto una location convinti che questa avesse una ristorazione interna (d’altronde così gli era stato comunicato durante il primo appuntamento) per poi scoprire solo in seguito, a contratto firmato, che invece il tutto viene gestito da un catering esterno alla location! GROSSO ERRORE. Con questo non voglio dire che una struttura, per essere professionale, debba per forza avere una ristorazione interna. No. Ma che con  i clienti bisogna essere limpidi e sinceri e assumersi le proprie responsabilità. E’ buona educazione e sinonimo di professionalità comunicare al cliente la verità (in questo caso della presenza di un catering) e ti dirò di più… nel caso dell’esempio che ti ho poc’anzi citato, per una location è ancora più giusto non destinare la ristorazione della location ad un solo catering ma, piuttosto, ad un parterre di massimo 3 catering, i migliori del territorio con i quale si ha avuto modo di lavorare e constatarne la professionalità e la qualità. In questo modo, oltre ad essere sinceri e limpidi con il cliente, questo si sentirà più tranquillo, sicuro e cocolato in quanto la scelta spetterà a lui. Così come è giusto comunicare al cliente, già dal primo incontro, tutte quelle che sono le restrizioni di orari, limitazioni di spazio, se saranno previsti dei lavori di ristrutturazione, tasse extra da pagare, servizi di facchinaggio e guardiania da prevedere e fornitori esterni da interpellare per I servizi offerti e/o richiesti. La sincerità, oltre alla professionalità, è sempre l’arma vincente per chi opera nel settore, e una delle poche a garantire un lavoro in complete serenità. Anche perché gran parte degli operatori del settore scorretti, non capisce che attirando a sé il cliente con l’inganno non farà altro che incattivire il cliene che prima o poi scoprirà da sé questo gioco subdolo e meschino, il quale non solo diventerà il cliente più rompiballe (lasciami passare il termine forte ma piuttosto vero) ma anche quello più difficile e spinoso con il quale, a causa del dente avvelenato, sarà difficile aver a che fare. In poche parole, più sincerità più lavoro tranquillo, sereno e di qualità.
  2.  LA BOUTIQUE PER GLI SPOSI – Sì, è vero, gli allestimenti sono spesso e volentieri un argomento tabù da sviluppare al primo appuntamento. Ma è anche abbastanza comprensibile perché non sempre is ha materiale fotografico e videografico da far visionare al cliente. Le location più affermate, ad esempio, se in carenza di foto e video, riesce a proporre al cliente una vasta scelta di “allestimento tavolo” attraverso 2/3 proposte di mise en place. Ma tutto questo non basta! Non è facile vendere gli allestimenti anche perché, spesso, non si ha nemmeno le competenze giuste in materia per farlo! Molti operatori del settore trovano grande difficoltà nel vendere i loro servizi ai clienti finali e ad emergere in un settore come quello degli eventi e dei matrimoni in cui la concorrenza è ormai spietata.
    Analizzando bene il campo ed il settore, mi sono reso conto che sono 2 i motivi principali per cui, ad esempio, una struttura non riesce ad emergere rispetto alla altre e ad essere quindi la prima scelta per una coppia di sposi:
    – Un personale interno non formato per la vendita specifica di allestimenti e personalizzazioni per vendere con nuove tecniche ma, soprattutto, non in grado di puntare e dar valore a ciò che, negli ultimi anni, ha fatto la fortuna di alcune location: la personalizzazione del matrimonio.
    Il fattore X che differenzia una location e che la rende la scelta migliore per una coppia di sposi è la possibilità di personalizzare il proprio matrimonio.
    Molte strutture infatti, non hanno compreso che, l’unico modo per raddoppiare il proprio fatturato in poco tempo e senza fare investimenti dispendiosi, è semplicemente offrire al cliente finale una vasta scelta non solo culinaria ma anche di prodotti, articoli e allestimenti che possano rendere il matrimonio personalizzato e originale. Cosa che, naturalmente, conferisce prestigio e notorietà (in termini economici e di immagine) alla struttura. E’ per questo che ho creato il progetto di Wedding Solution Boutique, una vera e propria boutique allestita nella location per far vedere e toccare con mano tutte le soluzioni possibili: dalla scelta dei candelabri, sedie, tovagliati, mise en place, insomma tutto quello che può servire per far innamorare il cliente. Questo perché è difficile vendere al cliente finale qualcosa che non riesce nemmeno a immaginare!  Il cliente deve toccare, deve testare, deve vedere, deve provare e capire che ha un’infinità di possibilità e soluzioni per rendere il suo evento unico ed originale.
    Questo è ciò che ha permesso alla mia azienda di diventare la più richiesta e conosciuta nel settore wedding italiano. (Vuoi saperne di più su Wedding Solution Boutique?! Contattami al numero 0810584802)
  3. NO ALLE TELEVENDITE – Non vendete quello che non sapete fare e non spacciatevi per ciò che non siete! L’abbiamo detto proprio nel primo punto: la sincerità prima di tutto. Non spacciatevi ad esempio Wedding planner o wedding designer se non avete le competenze, le conoscenze e la professionalità giusta per svolgere questo lavoro che invece è molto complesso e per il quale c’è bisogno di una preparazione ed una conoscenza a 360°. Quante volte mi è capitato di assistere a catering che si improvvisavano allestitori, ballon artist che si improvvisavano destination wedding planner! No miei cari signori, non funziona così (che poi, infatti, funziona tutto una merda!) ad ognuno il proprio lavoro. Se si è maitre di sala, non si può essere wedding planner!
  4.  IL WEDDING DAY UTOPISTICO– Quante volte hai sentito parlare o proposto ai tuoi client di prendere parte a dei Wedding day? Ecco, se l’hai fatto hai commesso un errore madornale e sai perché? Semplice perché I wedding day sono fatti malissimo e invece di promuovere la struttura la distruggono! Il vero wedding day non è proporre allestimenti  fasulli inclusi nel Prezzo del menu che poi non saranno mai così ma è un porte aperte alla location la quale dovrebbe ospitare I clienti a braccia aperte, accompagnandoli a visitare ogni angolo della struttura e a conoscere parte dello staff. In questo modo il cliente si sentirà già un po’ a casa. Naturalmente, in quella occasione, è consuetudine mostrare parte delle attrezzature di allestimento base che chiunque possiede e sottoporle all’attenzione del cliente il quale, dovrà essere informato che per avere del materiale differente o personalizzato deve rivolgersi a fornitori esterni.

L’allestimento, infatti, è uno degli aspetti più importanti per la perfetta riuscita di un matrimonio e per renderlo unico non bastano mettere insieme cndelabri, sedie, vasi e fiori, no! c’è bisogno di identificare uno stile, scegliere un mood e mettere poi tutti questi tasselli insieme realizzando una vera e propria: SCENOGRAFIA IN STILE PER IL MATRIMONIO

Io sono un architetto scenografo e SONO STATO COLUI IL QUALE HA TRASPORTATO QUESTA QUALIFICA E COMPETENZA NEL SETTORE DEI MATRIMONI, CREANDO UNA NUOVA FIGURA PROFESSIONALE: IL COSTRUTTORE DI SCENOGRAFIE PER EVENTI.  Mi occupo di realizzare esclusivamente l’allestimento del matrimonio, creando una vera e propria scenografia in stile. Svolgo questa professione da circa 10 anni. Sono l’unico in Italia ad avere la fortuna e l’onore di lavorare per e con i più grandi professionisti del settore a livello mondiale (clicca qui per saperne di più su di me) . Per questo, posso dirti con assoluta certezza e sincerità che, per realizzare un matrimonio che tutti ricorderanno, c’è bisogno di creare un allestimento unico ed originale, che non sia la copia di nessun matrimonio visto prima e che, per farlo, c’è bisogno di costruire una scenografia! Ma non tutti posso realizzare un allestimento di questo tipo; è necessario che tu ti rivolga ad un VERO PROFESSIONISTA DEL SETTORE!

Ma come fare?

Il percorso che personalmente faccio con le mie coppie di sposi per la progettazione di un allestimento e la creazione di una scenografia in stile è abbastanza lungo e richiede molteplici incontri e partecipazione da parte della coppia.
Non sono uno di quei professionisti che incontra la coppia di sposi una volta in ufficio e poi gli sviluppa un progetto secondo solo quelle che sono le sue idee o, ancora peggio, delle idee rubate a pinterest o a degli altri professionisti del settore.
La coppia io la devo seguire, la devo ascoltare, la devo conoscere a fondo, devo condividere ogni mia idea riguardo il progetto con loro perché non è solo il mio progetto, è IL LORO SOGNO e, pertanto, deve rispecchiare pienamente il loro stile e la loro personalità.

D’altronde, al nostro primo incontro, spiego alla sposa e alla coppia del mio metodo: “EVENTRIX”,un metodo TESTATO E INFALLIBILE, che si basa sull’individuazione scientifica dello stile dell’allestimento del matrimonio adatto alla sposa, grazie allo studio della sua personalità.
Questo metodo è nato grazie alla collaborazione di esperti. Dopo la mia più che decennale esperienza nel settore degli eventi e dei matrimoni e dei miei studi in marketing, psicologia del cliente e comunicazione.

Sai perché lo sottopongo ai miei sposi? Sai perché seguo una strada probabilmente diversa dagli altri allestitori e dagli operatori de settore? Perché non mi piace e non voglio “copiare” le idee di un grande designer o “seguire” quelle che sono le tendenze, costringendo e convincendo i miei sposi a seguirle nonostante la loro idea di allestimento per il matrimonio fosse diversa. No! UN ALLESTIMENTO NON PUO’ ESSERE UNA FOTOCOPIA. Deve essere ogni volta nuovo, ogni volta originale, ogni volta INEDITO, ogni volta PERSONALIZZATO PER LA COPPIA!
Questo fa di un matrimonio, di un allestimento, perfetto ed è questo che ti aiuterà ad affrontare la progettazione ed organizzazione del tuo matrimonio senza stress e senza preoccupazione!

Inoltre, alla fine di tutti gli step che la coppia di sposi segue con me in questo percorso di design e progettazione che porterà alla realizzazione del loro sogno d’amore, gli riservo la chicca!
Infatti, oltre a vedere i bozzetti grafici e a mano dell’allestimento, nel Wedding Lab (il laboratorio creativo di 1000mq della mia azienda), con il mio team al femminile, realizzeremo per loro (come per tutte le nostre coppie di sposi) 50 GIORNI PRIMA DEL MATRIMONIO. un set con l’allestimento IN STILE del loro evento dal momento dell’aperitivo al taglio torta.
50 giorni prima del matrimonio, gli sposi avranno già modo di vedere e toccare con mano gli allestimento del loro matrimonio in modo da non avere sorprese durante il grande giorno!

Vuoi scoprire quali sono tutti gli step che una coppia di sposi che si affida a me, deve seguire in un anno affinché l’allestimento del matrimonio risulti perfetto e soprattutto che rispecchi il loro stile, senza però incombere in trappole?

Allora clicca il pulsante qui sotto e richiedi una consulenza ed un appuntamento con me! 

Spero che tu abbia trovato questo articolo interessante!

Se hai dubbi, domande, o più semplicemente ti farebbe piacere condividere la tua esperienza/parere, lasciami un commento qui in basso! Sarò super felice di risponderti!
Ciaoooo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *