[COME SOGNO COMANDA] – IL MATRIMONIO: COME E’ CAMBIATO, COME CAMBIERA’

Quanto è cambiato il matrimonio nel corso dei secoli?

Da sacramento, a festa, per finire a florido mercato del lavoro, il matrimonio è una scoperta e un continuo  cambiamento.

Questo incessante mutamento mi ha sempre affascinano e mi ha portato più volte a domandarmi: “Come sarà in futuro il matrimonio?”.

Da professionista di questo settore, ho tratto delle mie conclusioni.

Te ne parlo in questo post.


Il matrimonio è cambiato! E’ cambiato proprio il modo di sentirlo e viverlo.

Questo cambiamento è stato positivo o negativo? 

Io penso che in percentuale sia un 50 e 50.

A differenza di quanto avveniva in passato esso non è più tappa obbligata nella vita dell’individuo e quando lo è, non lo è per tutti allo stesso modo.

Il fascino però resta intatto. 

Il matrimonio è antico quanto il mondo e in ogni parte del mondo assume colori, forme, significati ed usanze differenti e per questo, negli anni, si è sviluppato in modo diverso.

Penso sia stato questo che mi ha sempre affascinato, l’eterno cambiamento delle cose che ha cambiato anche il modo di intendere il matrimonio.

Ricordo le parole di mia nonna, lei diceva appunto che il matrimonio era soprattutto un sacramento. Mia zia Rosaria esaltava la magia dell’incontro tra due vite, due modi di essere al mondo che, con il matrimonio, diventavano una sola cosa.

Sarà che è il mio settore di lavoro, un lavoro che amo e che faccio sempre con tanta passione, ma da quando nel lontano 2009 ho iniziato a lavorarci, mi sono sempre più affascinato al concetto di matrimonio e come negli anni si è evoluto.

Ricordo ancora quei pomeriggi e quelle sere trascorse a studiare la letteratura, sia italiana che estera, che riguardo al matrimonio è immensa.

Partii i miei studi riguardo al matrimonio e ai suoi cambiamenti dall’etimologia del termine, che invita a riflettere. La parola matrimonio viene dal latino matrimunus “compito della madre” che indica una relazione diretta tra l’alleanza d’amore dei due (uomo e donna nel contesto originario) e il compito della maternità/paternità che da essa scaturisce.

L’utilizzo del termine invece con riferimento all’unione nuziale si sviluppò con il diritto romano nel quale si diede riconoscimento e corpo al complesso delle situazioni socio-patrimoniali legate al “matrimonium”.

Mi appassionai non poco ed iniziai ad amare ancora di più questo lavoro che vedevo non più solo con gli occhi di un imprenditore, ma anche di uno studente.

Il matrimonio è così pieno di storia.

Dal matrimonio abbiamo tratto il modo per far nascere famiglie, riordinare casati, identità nobiliari ed a causa dei matrimoni che si potevano o dovevano fare si sono combattute guerre, battaglie, strani agonismi persino tra Stati.

Da allora guardo al matrimonio anche con altri occhi perché ho visto e studiato colori ed usanze che non conoscevo e che non avrei mai potuto sospettare esistessero.

Ho letto pagine e libri su come è stato concepito il matrimonio nei secoli , sia a livello spirituale che estetico, notando quanti piccoli cambiamenti ci siano effettivamente stati nel corso del tempo e come si è arrivati a concepire il matrimonio così come lo vediamo oggi.

Da semplice festa, a grande banchetto nuziale si è passati a concepire il matrimonio sempre in chiave più moderna.

Immagino matrimoni sempre più articolati e circondati da tecnologie quali realtà virtuali, cibi stampati 3D al momento su richiesta dell’invitato e allestimenti sempre più particolari ed originali perché, così come cambierà il mondo e come cambierà la nostra forma mentis, così cambierà il matrimonio.

Nonostante questo, a giudicare dall’emozione che ho letto sui visi di tutti coloro che, in questi anni, ho visto sposarsi, mi rendo conto che una cosa non è cambiata per fortuna, quella più bella, è L’AMORE UNICO.

Mi ripassano, davanti agli effetti di una memoria che negli anni si è fatta anche visiva, i volti dei miei sposi. Li ho trovai sempre entusiasti. Magari emozionati e frastornati.

I costumi di un matrimonio sono il segno di un tempo che passa, che riesce ad evolvere, che riporta, senza nemmeno saperlo, riti e significati nati secoli prima.

Stare in mezzo a queste storie, diventare l’interlocutore privilegiato a cui gli sposi riescono ad affidare i dettagli di un vento così importante della loro vita mi rende fiero ed entusiasta assieme a loro.

E tu invece come lo vedi il matrimonio nel futuro? Secondo te è cambiato in senso positivo o negativo?

Aspetto un tuo commento qui sotto e ne parleremo insieme! 

Intanto non dimenticarti di passare sul mio canale youtube per vedere il video dedicato a questo post! https://www.youtube.com/watch?v=FeKI-8FPON4

Ciaoooo 🙂

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *