COME ALLESTIRE UN TAVOLO PER IL MATRIMONIO

Tra tutti gli allestimenti pensati per il giorno delle nozze, quello dei tavoli è forse il più importante.

I tuoi invitati, infatti, trascorreranno gran parte del tempo al tavolo ecco perché nulla può essere lasciato al caso: dalla scelta pratica e funzionale dei tavoli, fino alla scelta delle stoviglie, del tovagliato e degli allestimenti che li caratterizzeranno, tutto dovrà essere perfetto.

Vuoi scoprire come allestire il tuo tavolo di nozze?

Leggi l’articolo sul mio blog!

Più del 70% del mio tempo lo trascorro a progettare eventi; che siano matrimoni, eventi aziendali, party o cene di gala, riservo sempre particolare attenzione all’allestimento del tavolo.

Tra tutti gli allestimenti pensati per il giorno delle nozze (quello in chiesa, dell’aperitivo, degli outdoor ed indoor spaces etc…), quello dei tavoli è forse il più importante.

Anche se hai previsto un matrimonio poco classico e statico infatti, il tempo che i tuoi ospiti trascorreranno a tavola, sarà sicuramente maggiore rispetto a quello che trascorreranno all’aperitivo, al taglio torta etc…Ecco perché nulla può essere lasciato al caso: dalla scelta pratica e funzionale dei tavoli, fino alla scelta delle stoviglie, del tovagliato e degli allestimenti che li caratterizzeranno, tutto dovrà essere perfetto.

L’allestimento dei tavoli del ricevimento di matrimonio dicono molto su di te e sullo stile del tuo matrimonio. E’ importante, quindi, farlo alla perfezione e curare ogni singolo dettaglio.

Lo stile che deciderai di scegliere e seguire come fil rouge del tuo matrimonio, gioca un ruolo fondamentale per la perfetta riuscita di un allestimento. Tutto dell’allestimento deve rispecchiare lo stile e caratterizzarlo secondo un mood (atmosfera) ben definita.

Ma prima di parlare di stile, voglio darti dei suggerimenti su come allestire il tuo tavolo per il ricevimento.

Innanzitutto per sapere come allestire in modo impeccabile la proprio tavola del ricevimento, c’è bisogno di conoscere due aspetti tecnici fondamentali:

  1. La disposizione corretta di piatti, bicchieri etc…insomma, detto in francese (che suona più figo e raffinato) la mise en place
  2. La grandezza standard dei tavoli

Per quanto scocciante e fuori tema possa sembrare, è di estrema importanza conoscere questi due aspetti tecnici, anche se si è una sposa, questo perché ti aiuteranno a capire gli spazi disponibili e che tipo di allestimento creare.

Partiamo dalla corretta disposizione delle stoviglie a tavola, la mise en place.

Spazio
E’ importante che i commensali non sgomitino, la regola vuole che tra il centro di un piatto e l’altro vi siano i canonici 70 cm.

Tovaglia
Può essere di qualsiasi colore purché  adeguata alla forma del tavolo e che presenti una caduta di tessuto laterale di 40-50 cm.

Tovagliolo
In coordinato alla tovaglia o dello stesso tessuto. Si può collocare al centro del piatto, se la nostra tavolata è rotonda e gli spazi ridotti, o a sinistra della forchetta se i commensali hanno abbastanza spazio e il tavolo è rettangolare. Io di solito lo consiglio al centro del piatto o al di sotto di esso.

Piatti 
Si parte con il sottopiatto, segue il piatto piano ed il piattino, sostituibile con la tazza per consommé o la fondina per minestre. Il piattino per il pane va messo in alto a sinistra.

Posate
Lo schema è il seguente: a sinistra ci vanno le forchette, prima la forchetta grande, poi la forchetta per il pesce ed infine la forchetta da antipasto, più piccola della capofila. A destra invece troviamo i coltelli, con la lama sempre rivolta verso l’interno. In ordine il coltello da secondo, il coltello da pesce, il cucchiaio ed infine la forchetta per le ostriche (qualora presenti nel menù)

In alto troviamo la forchettina per il dolce ed il cucchiaino, in alcuni casi il coltello per la frutta.

Bicchieri
Vanno disposti in alto a destra, prima il bicchiere per l’acqua e a seguire i due bicchieri per il vino, allineati con la punta del coltello (non come ho fatto io). Alle spalle dei tre bicchieri c’è posto per il flûte o la coppa per il vino da dessert.

Passiamo ora alle dimensioni dei tavoli.

In questo articolo, ho voluto descrivere tutte le diverse disposizioni dei tavoli che è possibile utilizzare per realizzare l’allestimento del matrimonio. Puoi prendere spunto da lì trovare quella perfetta per il tuo ricevimento di nozze. Riguardo alla loro dimensione, in questo articolo mi soffermerò su due tipologie di tavolo, quelli più utilizzati: il classico Tavolo Tondo, ed il sempre più amato Tavolo Rettangolare.

Tavolo Tondo:

Presupposto che, come è possibile personalizzare e creare ex novo un divano o un mobile è possibile farlo anche con i tavoli, le misure standard (quelle che al 90% troverai in location) sono 4:

Tavolo Tondo Diametro 120: A questo tavolo, molto piccolo, si seggono solitamente dai 2 ai 4 commensali (un po’ strettini è per questo preferibile lasciarlo solo per 2 commensali), non di più. Viene solitamente utilizzato come tavolo sposi.

Tavolo Tondo Diametro 140: Questo tavolo è perfetto per 4/ 6 commensali.

Tavolo Tondo Diametro 160: Questa tipologia di tavolo è perfetta per 6/8 commensali

Tavolo Tondo Diametro 180: Quelli più in voga nelle location e, spesso, anche quelli più comodi. Ad un tavolo tondo di questo diametro si seggono solitamente 8/10 persone. E’ molto comodo in quanto con pochi tavoli, è possibile raggruppare tutti gli invitati.

Tavolo Rettangolare:

Le misure standard per i tavoli rettangolari sono anch’esse 4. Quando si realizza un tavolo imperiale, è buona abitudine non contare i posti da capotavola, particolarmente scomodi in quanto distanti dal resto dei commensali.

Tavolo Rettangolare Lunghezza 140: Ideale per 4/6 commensali compresi i capotavola

Tavolo Rettangolare Lunghezza 180: Per 6 commensali

Tavolo Rettangolare Lunghezza 200: Per 8 commensali

Tavolo Rettangolare Lunghezza 220: Perfetto per 10 commensali. Questi ultimi due, sono quelli più indicati per realizzare un tavolo imperiale.

Una volta detto ciò, scopriamo come allestire un perfetto tavolo di ricevimento nozze.

Vuoi scoprire come allestire il tuo tavolo di nozze?

Continua a leggere l’articolo!

Tovaglia

Può sembrare un dettaglio così banale e di poco conto ma la scelta dei tessuti che comporranno il tovagliato dei tavoli nuziali, sarà forse la prima scelta che, in quanto sposa (dopo aver scelto la tipologia di tavolo) sarai chiamata a fare. I tessuti maggiormente utilizzati sono quelli naturali come il lino e il cotone. I colori maggiormente utilizzati sono il bianco e quelli naturali come il tortora ed il beige ma, per un effetto più glamour, si può anche scegliere di utilizzare tessuti come il velluto (di gran tendenza) o di farsi realizzare del tovagliato personalizzato. Servizio che offre la mia azienda, Wedding Solution; grazie alla nostra specializzazione in stampa su tessuti e alla sartoria interna, possiamo realizzare qualsiasi tipo di tovagliato personalizzato presentatoci dal cliente.

Mise en place

Catapultiamoci nel mondo delle stoviglie dove i decori, le sfumature e i materiali devono combinarsi con lo stile del matrimonio e la praticità dell’utilizzo per i tuoi ospiti. Anche qui la scelta può schiudere differenti possibilità: il bianco predomina con qualche decoro perimetrale o giri dorati ed argentati; le porcellane con decori in stile maioliche, ispirate alla costiera amalfitana o al fascino siciliano sono perfette per ricevimenti all’aperto in stile bucolico; la terracotta, in stoviglie dalle dimensioni differenti e dai toni caldi, è da preferire su temi più rustici, magari in agriturismo. Se si opta per i grandi sottopiatti, bisogna creare il giusto contrasto. Per i bicchieri, invece, è sempre preferibile utilizzare il vetro o il cristallo trasparente.

Parola d’orine mix & match

Veniamo al punto più ostico. Creare un decoro che non stona ma che allo stesso tempo non stanca e non infastidisce è forse la sfida più importante del capitolo dedicato all’allestimento dei tavoli per le nozze. Io sono del parere che siano i fiori a fare il matrimonio, ecco perché li reputo indispensabili per l’allestimento del tavolo. Sono forse l’unico elemento decorativo che non può mancare a prescindere dal tema del matrimonio e dallo stile decorativo che scegli di seguire, dal momento che conferiranno un effetto sempre etereo e romantico. Ma quali centrotavola scegliere? Le composizioni centrali sono perfette purché non troppo ingombranti, che siano su dei candelabri o in vasi di vetro, l’importante è che composizioni non siano basse. A differenza di quanto si possa pensare, delle composizioni basse, intorno cioè ai 50/60 cm,  possono infastidire la visuale tra i commensali trasformandosi quindi,  in vere e proprie barriere. Un alternativa che amo particolarmente sono le  composizioni che calano dal soffitto, eclettiche ed innovative ma non sempre è possibile sceglierle. Un suggerimento: punta sul mix & match anche con l’accostamento di semplici monocandela di cristallo o legno di diverse dimensioni con mini bouquet di fiori.

Atmosfera

Per i matrimoni serali non possono mancare le romantiche atmosfere create con la luce fioca e tenue di candele, candelabri o lucine. Tutto ciò che crea atmosfera e luminosità si incastra perfettamente in un gioco decorativo che al contempo riscalda l’ambiente, crea intimità e giochi di luci ed ombre molto suggestivi. Con candelabri, monocandela e bicchierini porta tea-light, il gioco è fatto, senza necessità di aggiungere molti altri dettagli!

I 5 sensi

Vogliamo infine lasciarti con un ultimo suggerimento rivolto verso i 5 sensi che non deve mai sfuggirti di mano. Se per il palato ci penserà il catering e per l’udito ci penserà il DJ, a te spetterà il compito di non deludere: la vista, con decorazioni coordinate e scenografiche; il tatto, perché tutto deve essere alla portata senza sovraccaricare gli spazi; l’olfatto, soprattutto in caso utilizziate candele profumate o composizioni floreali dalle note molto intense che possono diventare stucchevoli durante un pranzo o una cena.

Ricordati che il tavolo di un ricevimento nuziale rappresenta il fulcro del banchetto e, insieme alla degustazione dei piatti scelti o al dialogo con gli altri commensali, è anche quel posticino comodo e accogliente su cui ogni ospite deve sentirsi coccolato e a suo agio, dal momento in cui trascorrerà lì diverse ore della giornata.

In ogni caso, in qualsiasi modo tu decida di allestire il tuo tavolo di nozze, sappi che è di fondamentale importanza seguire uno stile.

Come ti dicevo all’inizio dell’articolo, per la progettazione dell’allestimento del matrimonio tutto parte dallo stile. Quello è infatti il passaggio forse più complicato dell’intera progettazione. Scegliere lo stile adatto all’allestimento che dovrà caratterizzare ogni aspetto di quest’ultimo.

Nel nostro settore, soprattutto ultimamente, si leggono e si sentono di tantissimi nuovi stili, di tanti trend. Come si fa quindi a scegliere tra questi? Qual è quello giusto per te?

Solo uno di quelli, IL TUO!

Sai cosa rende, infatti, il matrimonio un vero successo? UN ALLESTIMENTO CHE PARLI DEGLI SPOSI E RISPECCHI LA LORO PERSONALITA’. Insomma, un allestimento personalizzato!

Come individuarlo? Ho la soluzione giusta!

Ho creato un metodo:“EVENTRIX”, il mio metodo TESTATO E INFALLIBILEche si basa sull’individuazione scientifica dello stile dell’allestimento del matrimonio adatto alla sposa, grazie allo studio della sua personalità.

Questo metodo è nato grazie alla collaborazione di esperti. Dopo la mia più che decennale esperienza nel settore degli eventi e dei matrimoni e dei miei studi in marketing, psicologia del cliente e comunicazione.

Sai perché lo sottopongo ai miei sposi? Sai perché seguo una strada probabilmente diversa dagli altri allestitori e dagli operatori de settore? Perché non mi piace e non voglio “copiare” le idee di un grande designer o “seguire” quelle che sono le tendenze, costringendo e convincendo i miei sposi a seguirle nonostante la loro idea di allestimento per  il matrimonio fosse diversa. No! UN ALLESTIMENTO NON PUO’ ESSERE UNA FOTOCOPIA. Deve essere ogni volta nuovo, ogni volta originale, ogni volta INEDITO, ogni volta PERSONALIZZATO PER LA COPPIA!

Questo fa di un matrimonio, di un allestimento, perfetto!

Inoltre, alla fine di tutti gli step che la coppia di sposi segue con me in questo percorso di design e progettazione che porterà alla realizzazione del loro sogno d’amore, gli riservo la chicca!

Infatti, oltre a vedere i bozzetti grafici e a mano dell’allestimento, nel Wedding Lab (il laboratorio creativo di 1000mq della mia azienda), con il mio team al femminile, realizzeremo per loro (come per tutte le nostre coppie di sposi) 50 GIORNI PRIMA DEL MATRIMONIO. un set con l’allestimento IN STILE del loro evento dal momento dell’aperitivo al taglio torta.

50 giorni prima del matrimonio, gli sposi avranno già modo di vedere e toccare con mano gli allestimento del loro matrimonio in modo da non avere sorprese durante il grande giorno!

Vuoi scoprire dettagliatamente quali sono tutti gli step che, in un anno, la coppia di sposi che si affida a me deve seguire affinché l’allestimento del matrimonio risulti perfetto e soprattutto che rispecchi il loro stile, senza però incombere in stress?

Allora clicca il bottone qui sotto!

Spero che tu abbia trovato questo articolo utile!

Se hai dubbi, domande, o più semplicemente ti farebbe piacere condividere la tua esperienza/parere, lasciami un commento qui in basso! Sarò super felice di risponderti!

Ciaoooo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *